Festeggiamenti Settimana Santa: u Signuruzzu a cavaddu

Domenica 20 marzo 2016 (domenica delle Palme), si ripete a Caccamo una ricorrenza di origine orientale, che vanta il titolo di più antica tradizione locale: “U Signuruzzu a cavaddu“, da far risalire al tempo degli eremiti basiliani.
Bambini festanti con in mano ramoscelli d’ulivo e campanelle precedono, al suono delle campane di tutte le chiese l’ingresso in paese di un chierichetto che, nella fantasia popolare, rappresenta Gesù che cavalca un asinello bardato ed infiorato con accanto gli apostoli.

Accompagnati dalla banda musicale, vanno in giro per il paese facendo soste nelle chiese. Quello che distingue questa tradizione è l’età dei protagonisti, sia Gesù che i 12 apostoli sono impersonati da bambini che reggono in mano lunghi rami di palme che lungo il percorso si intrecciano formando degli archi sotto i quali transita “u Signuruzzu”. L’evento inizierà alle ore 9:30 e terminerà poco prima di mezzogiorno nella scenografica Piazza Duomo dove il parroco accoglierà “Gesù-chierichetto” impartendo la benedizione.

Condividi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.